I telai di Champorcher

La cooperativa

Sul filo della memoria di un’antica tradizione la Cooperativa “Lou Dzeut” di Champorcher continua la rinomata attività artigianale di un tempo, tessendo a mano la tela di canapa, confezionando e ricamando corredi e manufatti che sottintendono una storia e una memoria accertata che garantisce unicità e qualità ai prodotti realizzati. Non a caso il nome scelto per la cooperativa è stato Lou Dzeut, parola che nel patois locale ha due significati: sciame, in segno di lavoro comune di ricerca e collaborazione e germoglio, come promessa di frutti futuri.

Tessere a mano

Tessere sui telai manuali in legno di antico modello, in cui le mani e i piedi della tessitrice si muovono aritmicamente, come ingranaggi di una macchina, resta sempre un’attività d’ altri tempi, faticosa, impegnativa, ma affascinante in quanto la qualità viene prima della quantità. 

Nell’eseguire lavorazioni di grande precisione, si attinge al vasto campionario di pezzi che costituivano il corredo delle famiglie di un tempo in cui la praticità, la robustezza, la sobria eleganza dei capi e l’abilità con cui essi sono stati realizzati affascinano ancora oggi.

La tessitura

Le tessitrici, la maestra di cucito con alcune ricamatrici e merlettaie, continuano a produrre tessuti di canapa e lino, realizzando oggetti unici e personalizzati per la casa e per il corredo personale. Nell’atelier si produce una serie di oggetti di qualità: asciugamani con orli in pizzo o ricamati, canovacci, grembiuli, tovaglie, centri tavola, cuscini, tende e altri complementi di arredo rifiniti e decorati con grande cura e ricercatezza. Su ordinazione si realizzano, con la tela di produzione propria, camicie e gilet confezionati su misura.

Mariagiovanna Casagrande

Presidente della cooperativa 

Copyright@2017 COOPERATIVA LOU DZEUT CHAMPORCHER

Canapa_Champorcher_030